.
Annunci online

 
pdmarconi 
il segretario del Circolo
IL BLOG SI E' TRASFERITO SU WORDPRESS
PDMARCONI.WORDPRESS.COM


[pdmarconi@gmail.com ... 065578275]
...
X
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Marconi merita di più
segnalazioni su Marconi
PD Nazionale
PD Lazio
PD Roma
PD Portuense Villini
Riva Portuense
Ponte di Ferro
Portuense News
BlogMog di Federica Mogherini
il blog di Serena Colonna
Qualcosa di riformista (di P. Regoli)
Paolo Masini (consiglio comunale)
Mimma Miani
  cerca

in evidenza
Il nostro circolo
Scrivi anche sul forum
su Facebook
Il sito


 

diario | Appuntamenti | Chi siamo | Piddinsieme | Quartiere | Congresso |
 
Diario
1visite.

inserito il giorno 27 ottobre 2010

Mobilità a Marconi, quando le parole vanno veloci e le opere sono ferme

Nella conferenza stampa del 26 ottobre, organizzata dal Comune di Roma, si è parlato diffusamente dello spostamento del tram 8 da Largo Argentina a Piazza Venezia.
Alcuni organi di stampa hanno citato anche un ipotetico prolungamento della linea 8, da un lato verso Termini, dall'altro verso Marconi.
Nella lettera che il Sindaco Alemanno ha virtualmente invitato ai cittadini, ovviamente non c'è traccia di questo prolungamento.

Ecco, i cittadini di Marconi hanno finito la pazienza e dicono che è ora di risolvere questa indeterminatezza ed incertezza che investe il quartiere Marconi, un quartiere soffocato dal traffico e che trarrebbe beneficio dalla realizzazione di alcune opere finite nel dimenticatoio.

Una di queste è appunto il prolungamento della linea 8 sino a Marconi, di cui si parla da anni e che i cittadini di Marconi vedrebbero con piacere. Al tempo della scorsa amministrazione capitolina si parlò di un probabile capolinea subito dopo Ponte Marconi in modo da collegare la linea tramviaria con la Metro B.
Lo stesso prolungamento è inserito come priorità nel "Piano strategico della mobilità sostenibile, linee di indirizzo (pag. 54)  di Settembre 2009".
La domanda che viene spontanea è: ma la giunta di destra conosce quali sono le opere che effettivamente servono ai quartieri?
Ed ancora più grave è l'evidenza di come questa giunta di destra proceda con continui "stop and go", dando anche l'impressione di non conoscere ciò che lei stessa propone.

Ad oggi a Marconi ricordiamo solo un unico intervento di questa giunta di destra, per fortuna bloccato anche grazie all'azione del nostro circolo e del Municipio XV.
Parliamo del tentativo (novembre 2008-marzo 2009),  di arrestare la linea 170 a Piazza Venezia privando gli abitanti del quartiere di un veloce e rapido collegamento verso la stazione Termini.

E vogliamo parlare della Metro D e della tratta che dovrebbe servire Piazza Fermi? anche qui solo parole.

Ed il ponte ciclo-pedonale che dovrebbe collegare Ostiense a Marconi all'altezza del Teatro India? e che ormai da 2 anni  - per i ritardi nella realizzazione - ha privato il quartiere di una direttrice di scorrimento automobilistico, per gli aperti e sospesi lavori in corso.

Ecco, Marconi merita di più. 
Respinge al mittente questa demagogia che per 350 metri di spostamento (si, certo importante per valorizzare il sito archeologico ed il Teatro Argentina) indice in pompa magna una consultazione online (erede del vecchio plebiscito di funesta memoria) che non fa ragionare i cittadini ma li invia solo a schiacciare il bottone, come se fosse un televoto, mentre si tratta solo demagogia.

Magari mentre "votiamo"  sotto passa anche la pubblicità.
Avremmo preferito che passasse il tram 8.

***
hanno parlato di noi:
http://www.romatoday.it/municipio/15-arvalia/marconi/prolungamento-tram-8-marconi-proteste-circolo-pd.html

http://www.urloweb.com/notizie/cronaca-di-roma/2638-sul-trasferimento-del-capolinea-del-tram-8-.html




inserito il giorno 23 ottobre 2010

Riflessioni della gente comune


Ieri 22 ottobre abbiamo ricevuto questa email da un nostro iscritto.
In questi anni Francesco ci ha sempre seguito con attenzione, spesso indirizzandoci documenti profondi sul senso della politica.

E' per questo che ritengo importante diffondere questa sua email e chiedere ai nostri parlamentari di riferimento, a Federica Mogherini, a Marco Causi, ad Alberto Losacco di rispondere a Francesco, per nostro tramite.

E' un fattore di trasparenza.
Come fattore di trasparenza dovrà essere l'attuazione concreta di quanto fissato dal nostro statuto a proposito di limite massimo di mandati elettorali.


*** la lettera di Francesco "Riflessioni della gente comune"

Gentili Onorevoli,

il mio livello di rabbia ha superato il livello di guardia. E' debordante nei
confronti della maggioranza ma ora mette radici anche verso i banchi
dell'opposizione e del nostro partito.

Questo mio sfogo potrebbe essere il frutto di un Paese lontano; invece è nel
mio Paese, che sta assumendo sempre di più la connotazione di un Paese
"castocratico".

Ho l'impressione che siamo in pieno feudalesimo, il feudalesimo del terzo
millennio. Allo stesso tempo, i poteri sono decentrati e accentrati nelle mani
di un'oligarchia che esercita il suo potere con un'articolazione multilivello.

Le istituzioni sono ben infiocchettate con una bella etichetta ma sembrano i
doni della slitta di Babbo Natale che vola altrove e non si ferma mai nel
nostro camino. I decisori politici sono scelti e non eletti. Dicono, lottano,
dicono di lottare, cincischiano, abusano, fanno e disfano a piacimento mentre i
cittadini vivono nell'orbita di un Paese/pianeta a distanza siderale.

I cittadini non esistono perchè non hanno diritto di cittadinanza. O vengono
ignorati (i pochi informati) o ignorano (il mondo che li circonda).

Il resto succede in un bla bla assordante. Nulla trapela. Nessuna indiscrezione
in un sistema di informazione conformista, ovattato e complice.

La crisi morde i polpacci (e non solo). Ma una schiera di signorotti, sultani,
valvassini e valvassori impongono onerosi balzelli e gabelle. Qualcuno chiede
un gesto di equità e giustizia (a parole). Le parole corrono di bocca in bocca.
Da un partito all'altro.

A qualcuno, con un appannaggio da sopravvivenza (quasi tutti!) si bloccano i
contratti,  ad altri con appannaggi da signorotti medievali si taglia il 10%
dello stipendio base (risibile!!!).

Qualcuno è condannato al soggiorno obbligato per un anno in più sul posto di
lavoro, prima di andare in pensione. Qualcun altro beneficia di un vitalizio
dopo avere lavorato per 5 anni di legislatura, salvo il caso di interruzione
precoce della stessa.

Me lo chiedo da tanto tempo e lo chiedo soprattutto al PD (che dice e non fa):

quando finiranno questi privilegi? Ovviamente è una domanda retorica. (il mai è
implicito nella risposta)

Quando i principi di coerenza, tra parole e fatti?

Si è in balia di una casta senza distinzione di colore? Eppure sembra proprio
di sì! Opposizione e maggioranza. Scontro in pubblico e inciucio in privato.
Incarico pubblico e interesse privato. Mazzate ai disgraziati e benefici ai
forti.

Il popolo è ormai condannato al ruolo di incudine. La casta ha assunto il ruolo
di martello (e lo esercita molto bene con cura maniacale!).

Poi ci si chiede:

1) dove stà il maggiore partito di opposiziione, quel partito della speranza di
cambiamento?
2) chi fa l'opposizione?
3) che cosa fa l'opposizione?
4) come il PD sta facendo opposizione?
5) Bene pubblico o interesse privato?
6) Quanto contano i principi della missione del partito?


Queste amare considerazioni sono il risultato delle notizie di cui sono venuto
a conoscenza attraverso la conoscenza di atti parlamentari, e precisamente:


Il giorno 21 settembre 2010, il Deputato Antonio Borghesi (Italia dei Valori)
ha proposto l'abolizione del vitalizio che spetta ai parlamentari dopo solo 5
anni di legislatura, motivandolo (amio avviso giustamente) come trattamento
iniquo rispetto a quello previsto dai lavoratori obbligati a versare 40 anni
(ora 41 anni) di contributi per avere diritto ad una pensione. Indovinate un
po' come è andata a finire.

Come è andata a finire? Dai risultati del voto si evince che anche i deputati
del PD, con il loro voto contrario, si sono stracciati le vesti, difendendo i
propri interessi!!

Risparmio altri commenti.

I numeri si commentano da soli!!!!

>               Presenti 525

>               Votanti 520

>               Astenuti 5

>               Maggioranza 261

>               Hanno votato sì 22

>               Hanno votato no 498

>

Si vuole ancora continuare con le solite domande:

1) perchè nonostante la crisi della maggioranza, l'opposizione rimane al palo
nei sondaggi, anzi arretra?

2) quale opposizione si sta facendo?

3) su quali questioni si fa opposizione?

4) inseguiamo le alleanze o inseguiamo anche le nostre idee?

5) 6) quando il PD intenderà davvero rimboccarsi le maniche?

6) quanti proclami e slogan dovrò ancora sentire prima che il PD tiri fuori la
sveglia?

7) quante sconfitte elettorali si dovranno subire ancora?

8) quando la nostra dirigenza nazionale comincerà ad essere meno aquila e più
formica?

9) quando finirà l'era della tattica e comincerà quella dell'azione?

10) Quando il PD comincerà a fare il PD?


Spero di non tramandare queste domande ai miei posteri, magari discutendone
nell'ambito dei Circoli (laboratori di formiche operaie) dove vi sono figure
mitologiche che incarnano - nello stesso corpo - il ruolo di aquila e quello di
formica operaia.

Auguro alle nostre "Guide Nazionali" del nostro partito: meno caminetti delle
strategie è più laboratori di formiche. Meno slogan e più contenuti. meno
parole e più coerenza di comportamento.

Vi prego sommessamente di risparmiarmi, in futuro, di fare ricorso alle mie
dimissioni da italiano. Anche se state facendo di tutto, insisterò con tenacia,
non dirò mai, nemmeno sotto tortura: mi dimetto da italiano!

Cordiali saluti,

francesco
(lettera firmata integralmente)

inserito il giorno 23 ottobre 2010

27 ottobre: Libere per scelta


[1> Libere per scelta]
Mercoledi 27 ottobre alle ore 18 si terrà presso il nostro circolo un dibattito sui sistemi di protezione sociale che permettano alle donne libere scelte nel lavoro, nella famiglia, nella sessualità, nella maternità.

All'incontro parteciperanno
> Roberta Agostini (segreteria nazionale PD)
> Claudio Cecchini (Assessore politiche sociali)
> Enzo Foschi (consigliere regionale)
> Astrid Lun (rete dei consultori)

Lo stesso giorno sarà possibile firmare la petizione popolare per la difesa dei consultori pubblici
sotto attacco dopo la presentazione della Legge Regionale Tarzia-Polverini.
Sull'argomento vi rimando al mio contributo ed analisi critica di luglio 2010
http://pdmarconi.ilcannocchiale.it/2010/07/02/analisi_critica_comparata_dell.html








Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. donne diritti consultori legge Tarzia

permalink | inviato da pdmarconi il 23/10/2010 alle 10:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

inserito il giorno 19 ottobre 2010

Raccolta differenziata: parlano di noi

Due interessanti articoli comparsi su pontediferro.org e su romatoday.it parlano di come stiamo affrontando il problema della raccolta differenziata (cui non siamo contrari) ed in particolare le modalità di gestione decise dall'AMA.

Questo è il link all'articolo su Pontediferro, firmato Rosanna Pilolli, articolo arguto e dettagliato e che ci parla di vita reale
http://www.pontediferro.org/articolo.php?ID=1943

e questo il link a RomaToday.it
http://www.romatoday.it/municipio/15-arvalia/marconi/petizione-popolare-quartiere-marconi-contro-punti-mobili-ama-avviata-dal-pd.html
che sintetizza (ah le sintesi redazionali) il comunicato stampa del 18 ottobre

Inoltre sul tema:
RomaRegione.net, che riporta integralmente il comunicato stampa

e l'Unico.eu, con una equilibrata sintesi e riassunto

Parlando di ambiente e del tonfo che ha avuto Roma come ecosistema , Paolo Masini (consigliere comunale) cita Marconi come esempio di quartiere dove " è disastrosa la politica nella raccolta rifiuti (vedi Montesacro, Marconi, Centro Storico)".

Ed ovviamente i servizi ed i video di Marconivideodem.it che ci segue da vicino.
Qui il link all'ultimo video, canale youtube marconivideodem
http://www.youtube.com/watch?v=TD_B85o6JDQ


inserito il giorno 17 ottobre 2010

AMA: Petizione popolare a Marconi, per amare Roma. Verso le 1000 firme.

Il servizio di raccolta differenziata che l'AMA ha lanciato questa estate sta incontrando quei problemi che già a luglio avevamo evidenziato nella lettera rivolta alla stessa AMA.
(http://pdmarconi.ilcannocchiale.it/2010/07/22/lettera_al_presidente_ama_e_al.html)
Eravamo partiti per primi come circolo territoriale - perchè il nostro compito è quello di recepire le esigenze dei cittadini- e abbiamo messo nero su bianco ciò che sarebbe avvenuto.
Mancanza di informazione, poca flessibilità del servizio con turni che lasciano scoperte ampie fasce di lavoratori (ad esempio i pendolari che escono prestissimo da casa).
In alcuni casi - come nel quartiere Marconi - scelte prese dall'AMA e dal Comune di Roma senza che sia stata consultata l'amministrazione più prossima ai cittadini: il municipio.
Anche in altri quartieri di Roma (Montesacro, Tuscolano) perplessità e proteste stanno salendo all'attenzione dei giornali.

Nel nostro quartiere - a Marconi - abbiamo avviato una petizione popolare basata su alcuni punti chiari:
la destra ci spacciato un "porto a porto, quello del cittadino" in un "porta a porta" fantasma, i cittadini invece chiedono più flessibilità ed una erogazione del servizio che tenga conto delle realtà territoriali. Dopo le nostre prime uscite su strada il traguardo delle 1000 firme è a portata di mano (e in un quartiere di 40.000 abitanti è un rapporto più che lusinghiero).

Sul nostro sito http://pdmarconi.ilcannocchiale.it è possibile trovare tutte le informazioni per firmare o su strada o online

Non si tratta di avversare la raccolta differenziata ma di instradarla in forme e modalità che ne garantiscano il successo e la rendano praticabile.
E sarebbe ora anche di pensare a premialità del tipo "io differenzio, tu differenziami la tariffa" e che in tutta la città sia avviata una campagna di sensibilizzazione su un corretto uso del packaging (imballi, confezioni, etc).
Non ultimo sottoliniamo un importante aspetto che ha influenza su un quartiere così densamente abitato e trafficato: l'andirivieni e la sosta in doppia fila dei furgoncini AMA (e sottoliniamo doppia fila) stanno causando ingorghi e disagi alla mobilità dei cittadini. Altro che recupero di posti macchina, come la destra aveva millantato.


Carla Boto

*** email inviata agli organi di stampa

inserito il giorno 14 ottobre 2010

14 ottobre 2007

14 ottobre 2007 Primarie del PD.
Auguri a tutti gli elettori, ai militanti, agli iscritti.
Un augurio speciale agli indomabili di Marconi.


Carla Boto




inserito il giorno 13 ottobre 2010

Roma ed i romani meritano rispetto (sui fatti di cronaca di questi giorni)

Roma ed i romani meritano rispetto e meritano di vedere interrotta questa spirale di piccole, misere, quotidiane violenze.

Una spirale che si nutre del virus della diffidenza, della indifferenza, della paura del diverso, della protervia e del senso di impunità che ormai dilaga.

 E' una sorta di pena del contrappasso che colpisce chi - alcuni anni fa - ha voluto dipingere Roma come una città "insicura".

Eppure è appunto oggi - come dice il nostro coordinatore romano del PD, Marco Miccoli - che "la città è incattivita, in preda a pulsioni egoistiche che mai avevano avuto cittadinanza nella Capitale, e appare più insicura e intollerante".

 Anche Marconi comincia ad essere colpita da questo fenomeno.

Basti pensare alle risse scatenate su Via Oderisi da Gubbio nel giugno 2009 e recentemente nei primi giorni di ottobre 2010, risse scatenate per futili motivi o alla rissa mortale avvenuta ad agosto 2010 in via Grimaldi.

Ed inoltre Marconi vede e pensa con preoccupazione a strani fenomeni di "autocombustione" avvenuti nel 2010 in esercizi commerciali del nostro quartiere, o all'aggressione subita da alcuni commercianti bengalesi in via Bagnera avvenuta ad inizio ottobre.

 Il Sindaco Alemanno oggi si è scagliato contro l'indifferenza dei romani. Ma ha perso un'occasione per soppesare le parole.

Dalle immagini del video emerge chiaramente come l'aggressore sia stato fermato da un cittadino meritevole, che altri cittadini abbiano chiamato/segnalato il fatto alle forze dell'ordine.

I segnali che esistono germi positivi di resistenza ci sono, debbono essere valorizzati.

Carla Boto, coordinatore PD Marconi

inserito il giorno 9 ottobre 2010

Verde zero, Aledanno Ambientale

LA DESTRA RENDE DESERTI
GLI SPAZI DEL QUARTIERE
VERDE E SERVIZI ZERO
MANUTENZIONE ZERO
GIOCHI BIMBI ZERO
SICUREZZA ZERO
DEGRADO TANTO






permalink | inviato da pdmarconi il 9/10/2010 alle 21:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

inserito il giorno 7 ottobre 2010

I magna-magna

Omniroma-ALEMANNO-BOSSI, MICCOLI (PD): "BANCHETTO SU PELLE ROMANI"
(OMNIROMA) Roma, 06 ott - "Dopo l'indegna esibizione che ha visto oggi protagonisti Alemanno e Bossi a Roma, il nostro pensiero va ai romani, sui quali questo scellerato pasto tra Alemanno e la Lega Nord che insulta Roma, produrrà una drammatica ricaduta per la loro vita e il loro reddito". Lo dichiara in una nota il coordinatore del Pd di Roma Marco Miccoli (Pd) che prosegue: "Pensiamo ai precari della ricerca pubblica, dell'università che in queste ore manifestano negli atenei di Roma, ai precari della sanità, ai pendolari che, grazie a Bossi, da maggio pagheranno il pedaggio sulla Roma-Fiumicino. Pensiamo - continua - a quelle migliaia di romani a cui scadranno gli ammortizzatori sociali e la Cassa integrazione in deroga, a quei romani, sempre più numerosi, col problema della casa e che non ce la fanno a pagare l'affitto, a tutte quelle mamme che non potranno portare i figli all'asilo perchè gli asili sono sempre di meno, pensiamo agli studenti romani che vanno a scuola portandosi la carta igienica, a quei genitori che fanno la colletta per comprare i banchi e le sedie. Tutto questo - conclude Miccoli - fa capire qual è il banchetto che oggi si è consumato a piazza Montecitorio; un banchetto sulla pelle dei romani che non meritano questo sindaco che oggi li ha rappresentati e svenduti in modo vergognoso".



MASINI (PD), PRANZO ALEMANNO-BOSSI IMBARAZZANTE SCENEGGIATA CONTRO ROMA Roma, 6 ott. (Adnkronos) - «Credo che nemmeno il peggior sindaco del peggior pentapartito nel peggior periodo di Roma abbia umiliato così i cittadini che dovrebbe rappresentare. Debole nel difenderci dagli epiteti della Lega, tappetino di Berlusconi e del Carroccio sul balzello del Gra, sul quale aspettiamo ancora lo sfondamento dei caselli e su Roma Capitale, riforma epocale per il paese che rischia di perdersi nelle mani di Bossi. Stamattina la città ha assistito ad uno spettacolo desolante, anacronistico e surreale». A dichiararlo in una nota Paolo Masini, consigliere comunale romano del Pd. «La città venduta in cambio di un futuro posto da vice premier con la claque del popolo di Roma che un giorno incarta la città di manifesti contro Bossi, tra l'altro utilizzando illegittimamente il logo istituzionale del Comune di Roma ed il giorno dopo scende in piazza plaudendo a coloro che tutti i giorni da decenni attaccano Roma e i romani - prosegue Masini - Col lavoro faticoso di questi anni del centro sinistra Roma era diventata simbolo di efficienza e sviluppo nel mondo guadagnandosi rispetto internazionale e prendendo il posto della Rometta dall'immagine sonnacchiosa, ladrona e corrotta. Sono bastati pochi mesi di Aledanno per riportare la Capitale a cittadina di provincia, mal governata e in mano ai ricatti della Lega». «Il nervosismo visto oggi in piazza durante la nostra manifestazione pacifica da parte di rappresentanti del Pdl, della Lega e del ministro della difesa La Russa testimonia il logoramento di una destra ormai allo sbando e di una maggioranza pronta a fare le valigie - conclude Masini - Le dichiarazione dei colleghi precettati e asserviti alla Lega per questa sceneggiata non meritano risposta». (Rre/Opr/Adnkronos) 06-OTT-10 18:46 NNN FINE DISPACCIO?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bossi Alemanno GRA PD Marconi Miccoli Masini

permalink | inviato da pdmarconi il 7/10/2010 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre